Griante

  14 marzo 2016

Griante è una delle zone turistiche più rinomate del Lago di Como, da sempre meta ambita del turismo internazionale.
Questo grazioso paesino, adagiato sulle pendici del Monte Crocione, è un luogo ricco di storia, arte e natura.
Secondo alcuni il suo nome deriva dal celtico Griant tir, terra del sole, secondo altri dal francese riant, ridente.
Nel corso degli anni in questa località soggiornarono personaggi illustri quali Stendhal, che qui ambientò alcuni capitoli del romanzo La Certosa di Parma, Giuseppe Verdi, il poeta americano Longfellow, la Regina Vittoria d’Inghilterra, il Kaiser Guglielmo 2°, l’Arciduca Nicola 2° di Russia e, in tempi più recenti, il cancelliere Konrad Adenauer.
Il paese è suddiviso in due parti principali, Cadenabbia a lago e il centro storico di Griante, nella parte superiore, raggiungibile percorrendo una panoramica scalinata.
Nel centro storico troviamo la Chiesa dei Santi Nabore e Felice dove celebrò messa varie volte, prima di diventare Papa Pio XI, Achille Ratti.
Appena prima del portico che conduce al borgo di Griante, sulla sinistra, vi è la casa in cui soggiornò per molti anni, durante le ferie, Achille Ratti.
Il Pontefice, noto come il “Papa alpinista”, fu protagonista di importanti ascensioni al Monte Rosa, Cervino e Monte Bianco. Spinto da questa sua passione per la montagna, aveva l’abitudine di salire a pregare al Santuario di S. Martino, sua passeggiata prediletta.
Nella parte bassa del paese nella frazione di Cadenabbia, troviamo tutte le ville prestigiose di Griante, il fabbricato che ospitava una produzione di majolica, la chiesa Anglicana…..