Miascia

  8 maggio 2015

Dolce tipico del Lago di Como la Miascia è un’originale idea per un regalo alla mamma.

Questo dolce cibo dei poveri, detto anche “Meascia” o” Turta di Paisan”, veniva cotto nel forno dove si faceva il pane. La ricetta proposta utilizza come ingrediente base il pane raffermo, ma ne esistono numerose varianti locali basate su un impasto di farina bianca e farina gialla.

La preparazione

Lasciate a mollo per un ora in mezzo litro di latte tre etti di pane raffermo tagliato a dadini; unitevi tre uova intere, la scorza di limone, un

pizzico di sale, tre mele e tre pere tagliate a fettine, una manciata di uva fresca, un mezzo etto di uvetta sultanina, due cucchiai di farina

bianca, uno di farina gialla e un etto e mezzo di zucchero. Mescolate bene il composto con una spatola e adagiatelo in una tortiera imburrata e

infarinata. Cospargetevi sopra fiocchetti di burro un filo di olio d’oliva, una spolverata di zucchero in grani e un trito di rosmarino. In forno

moderato per un’ora.

La Miascia si può mangiare tiepida o fredda.