Ossuccio

Ossuccio lago di Como

  17 febbraio 2016

Ossuccio sul Lago di Como è ormai parte, come tanti ex comuni italiani, insieme a Mezzegra, Lenno e Tremezzo di un nuovo comune: Tremezzina.
Ossuccio è un paese ricco di storia e tradizioni situato in una zona detta Zoca de l’Oli per la sua ricchezza di alberi d’ulivo che crescono rigogliosi grazie al clima mite, quasi mediterraneo.
Le sue origini storiche sono legate all’Isola Comacina dove oggi si possono ritrovare i resti archeologici e le case degli artisti in stile razionalista.
L’Isola Comacina era sede di un importante pieve nei primi secoli del Cristianesimo, fortificata dai Bizantini, poi sconfitti dai Longobardi.
Divenne rifugio per re e duchi con i loro tesori e durante la guerra parteggiò per Milano, che nel 1169 si prese la rivincita, occupando l’isola.
La sagra di San Giovanni a fine giugno rievoca ogni anno la battaglia fra Milano e Federico Barbarossa con i fuochi d’artificio ed uno spettacolare incendio dell’Isola Comacina.
Il campanile in stile gotico della chiesa romana di Santa Maria Maddalena si riconosce subito appena si entra nel paese, ne vale la pena soffermarsi ad ammirarlo e scendere in riva al lago per scoprire gli angoli caratteristici e visitare l’Antiquarium.
La chiesa romanica di San Giacomo, con il suo campanile a vela, risale al XI-XII secolo, ed è stata la protagonista qualche anno fa di uno spot pubblicitario di una nota marca di caffè.
Il Sacro Monte di Ossuccio con le sue cappelle dedicate ai misteri del Rosario è ora patrimonio dell’UNESCO insieme ad altri Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia.
La torre di avvistamento del Barbarossa oggi divenuta patrimonio FAI.
Il Monastero di San Benedetto in Val Perlana è un’angolo di pace in mezzo alla natura.
Una bella passeggiata fra storia e natura vi aspetta ad Ossuccio Lago di Como!!!