Valsolda

Valsolda

  2 maggio 2017

Fra Porlezza ed il confine tra Italia e Svizzera si estende la terra della Valsolda che si affaccia interamente sul Lago di Lugano.

La Valsolda è un anfiteatro verde rivolto a mezzogiorno con il clima mediterraneo con piante di olivo, cipressi e lauri.

In riva al lago troviamo le frazioni di Oria, Albogasio, San Mamete e Cressogno.
A monte tra boschi e prati ci sono le frazioni di Castello, Loggio, Drano, Puria e Dasio.

Le bellezze naturalistiche e storiche richiamano in questi luoghi escursionisti ed amanti dei giri in mountain bike.

Sulla sponda opposta del lago, ma sempre parte del comune di Valsolda, c’è la località di Santa Margherita raggiungibile solo via lago. Da qui partiva la funicolare per Lanzo Intelvi.

Per gli amici della natura la Riserva Naturale di Valsolda è un punto di interesse notevole.
La parte sud della riserva naturale è attrezzata con aree di sosta ed è fruibile sia a livello turistico che didattico culturale.

Per gli amanti della storia si trovano tracce di vita preistorica a Muzzaglio e Camporgna, reperti romani a Castello e Albogasio, resti di strutture difensive medievali nei centri storici dei borghi.

Le opere più preziose di Valsolda sono quelle realizzate nel Cinquecento e nel Seicento dagli artisti locali: scultori, decoratori, stuccatori, architetti e pittori emigrati in tutta Europa per realizzare opere eccellenti.
Da non perdere le loro opere nelle chiese locali ed il museo Pagani.

Infine, in questi luoghi si respira appieno l’atmosfera delle opere di Fogazzaro. In particolare del romanzo “Piccolo Mondo Antico” con i suoi scorci, le sue strette vie e la casa di Fogazzaro oggi patrimonio FAI.